Apebook ha svolto nuovi incontri, tra venerdì e sabato scorsi.

A InsensInverso, con le donne di origine straniera, è stato ricordato il significato del mostrare loro film dell’archivio Aamod, che rappresentino la memoria audiovisiva delle lotte delle donne non solo in Italia, per la conquista dei loro diritti.

insensinverso

E’ stato spiegato come e perché la proiezione di film e brani documentari del patrimonio della Fondazione avesse e abbia l’intento, nell’ambito di questo progetto, di dare voce e visibilità ai movimenti e alle speranze di persone che hanno creduto, nel nostro paese, spesso a ragione, nella possibilità, grazie alla solidarietà, la partecipazione, l’associazionismo, nel cambiamento e nel miglioramento delle condizioni di vita, nel riconoscimento dei propri diritti, nel raggiungimento di obiettivi fondamentali (tutela, pari opportunità, lavoro, equa retribuzione, democrazia, pace e libertà).

ugo

E’ stato sottolineato, nel confronto con le donne di origine straniera, come oggi nuove sfide riguardino loro, ma anche le donne italiane. In alcuni casi e in diversi territori del nostro paese si ripresentano infatti situazioni complesse e difficili (la mancanza di lavoro, il ritorno del lavoro a cottimo, al nero, le disuguaglianze, il disagio sommerso vissuto in alcune famiglie, la violenza sulle donne…). Tutto ciò nonostante tanti diritti siano ormai acquisiti, con leggi che dovrebbero garantirli.

Una giovane donna colombiana che frequenta InsensInverso ha voluto esprimere il proprio disagio attraverso una lettera, indirizzata anche “alle donne di apebook”, nel vivere in un paese che emargina, pieno di pregiudizi e stereotipi, indifferente alle speranze e ai sogni, alle storie, sordo ai bisogni delle persone migranti, che scelgono di venire a vivere in Italia. Una indifferenza e una sordità che colpisce tuttora anche molte donne italiane. Le donne dell’apebook concordano pienamente con quanto coraggiosamente espresso dalla giovane signora, certe del valore del confronto,  dell’ascolto, della conoscenza reciproca, oltre della solidarietà e del sostegno alle persone in difficoltà.

La complessità degli argomenti affrontati durante quest’ultimo incontro è stata mediata dagli operatori volontari, dagli amici, dalle donne di origine straniera che conoscono meglio la lingua italiana.

Sono stati mostrati alcuni brani significativi di un film non d’archivio, ma attuale, The harvest, regia di Andrea Paco Mariani del 2017. Oltre a commentarlo dal punto di vista delle scelte linguistiche innovative adottate (un documusical, tra fiction e inchiesta), ci si è soffermati a riflettere sullo sguardo di un giovane regista e attivista e dei produttori, tutti italiani, che hanno voluto indagare, denunciare, raccontare le battaglie e i percorsi di vita in Italia di una comunità di indiani che vive a Latina. Qui la maggior parte degli uomini lavorano, sfruttati, nelle aziende agricole del territorio. Il film mostra anche le condizioni di vita e il lavoro delle donne, quello dei mediatori culturali e delle cooperative e associazioni italiane, che si prendono cura delle istanze di giustizia di chi proviene da altri paesi e vive ora in Italia.

Si è ragionato quindi sull’importanza di parole (e azioni) quali sciopero, giustizia, lavoro, dignità, rispetto, manifestazioni, lotte sindacali, solidarietà, speranza, miglioramento delle proprie condizioni di vita.

****

Sabato mattina si è svolto, al Centro Argento Vivo gestito dalla Cooperativa Magliana Solidale, l’incontro dell’Apebook con i cari “anziani” e gli effervescenti ragazzi dei CAG, sia del Polo della Magliana, sia del Polo Marconi.

ragazzi

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le fotografie della slideshow sono di Monica Repetto

E’ stata presentata la figura di Gianni Rodari e il libro La Torta in cielo pubblicato nel 1966, scritto, tra il 1964 e il 1965, insieme ai ragazzi della scuola elementare del Trullo, Carlo Collodi. Sono stati letti alcuni brani del racconto, quindi è stato visto il film di Lino Del Fra, con la sceneggiatura di Cecilia Mangini, La Torta in cielo, del 1974, ispirato al libro.

La storia raccontata da Rodari e quella del film successivo evidenziano, nel periodo della guerra fredda, l’assurdità dei comportamenti e delle scelte degli adulti, ridicolizzati, spesso avidi e guerrafondai, rispetto alla spontaneità, all’intelligenza, alla solidarietà e al pacifismo dei ragazzi.

E’ stato interessante mostrare inoltre, attraverso le immagini del film, la borgata del Trullo negli anni settanta, rispetto al territorio attuale, in buona parte riqualificato grazie anche al contributo di tanti artisti, ai loro murales e alle loro poesie scritte sui muri del quartiere.

romasparita_15648
Il “set” della Torta in cielo alla metà degli anni sessanta

Tra i murales spicca anche quello realizzato proprio sull’edificio della scuola primaria Carlo Collodi omaggio a La Torta in cielo!

murales
Fotografia di Gigliola Cutonilli

A questo link su Radio Raiplay è possibile ascoltare, e far ascoltare ai ragazzi, gratuitamente, il libro di Rodari, La torta in cielo, letto da Manuela Mandracchia.

Al termine dell’incontro, l’Apebook ha accolto, all’uscita dal casale, i numerosi ragazzi, per prestare loro libri e film!

Grazie di cuore ai ragazzi e alle bravissime operatrici di Magliana solidale!

****

Nel pomeriggio di sabato, l’Apebook si è posizionata lungo via della Magliana per fornire servizi di consultazione e prestito della biblioteca itinerante e di visione, all’interno del cinemobile, di film documentari. Numerosi passanti si sono fermati per parlare con le operatrici, venendo a conoscenza della biblioteca dell’Aamod, del suo patrimonio e delle sue attività. Diverse nuove tessere sono state rilasciate e alcuni libri prestati.

IMG-20200118-WA0019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...