Con il nuovo anno ci siamo ritrovate/ritrovati anche con le donne, e qualche ragazzo, di origine straniera: noi dell’Apebook e gli operatori di InsenInverso.

Fotografia di Milena Fiore

Incontro denso di temi non facili: lavorare in Italia, alla Magliana; seguire i propri figli nelle scuole del nostro paese; imparare non solo la lingua italiana, ma gli usi e i costumi del nostro paese, fare i conti con mentalità non solo diverse, ma che possono a volte arrivare a confliggere …

Come abbiamo scritto in precedenza, la maggior parte delle giovani donne di InsenInverso sono di origine bengalese, egiziana, indiana.

Nell’incontro abbiamo ripercorso i temi affrontati nel documentario “Essere donne”, prima inchiesta di una donna regista, Cecilia Mangini, sulla condizione delle donne in Italia verso la metà degli anni sessanta. Si è constatato come certe situazioni non fossero poi diverse da alcune ancora oggi presenti in Italia, soprattutto al sud. La discussione si è quindi focalizzata sul lavoro femminile delle donne straniere nel nostro paese.

Fotografia di Milena Fiore

Poche di loro lavorano, alcune hanno studiato fino all’istruzione universitaria, e la maggior parte, oltre ad accudire i figli, vorrebbe lavorare.

Sono state spiegate le diverse tipologie di contratto di lavoro oggi in Italia, paragonandole a quelle di altri paesi. Si è quindi discusso del rapporto con il proprio marito, a volte non facile, delle difficoltà a conciliare tanti impegni nella famiglia, spesso numerosa. La maggior parte di loro si trova però molto bene alla Magliana e a Roma, e non hanno timore a uscire la sera anche tardi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nella slideshow momenti di riflessione sulla scuola italiana e su come affrontare problemi di discriminazione

Alcune amiche bengalesi hanno sottolineato la difficoltà purtroppo a volte incontrata dai propri figli a non essere discriminati nella scuola italiana. I consigli che sono stati dati riguardano sicuramente l’importanza di conoscere sempre meglio la lingua italiana, quindi di andare a parlare spesso con maestri e docenti nelle scuole frequentate dai bambini e ragazzi di origine straniera, la maggior parte dei quali è nata in Italia!

E’ stato visto il film “Maglianici” realizzato nel 2019 da alcuni ragazzi delle scuole della Magliana, anche di origine straniera. I temi affrontati dai ragazzi (come si trovano in Italia, alla Magliana, cosa cambierebbero e migliorerebbero, cosa vorrebbero fare in futuro…) sono stati presi come spunto anche per conoscere i pensieri delle “loro madri”. Le donne di InsensInverso sono state invitate a riprendere i propri figli, intervistandoli, rivolgendo loro alcune domande, come quelle proposte nel film “Maglianici”.

Pur non essendo presente a questo incontro, uno dei giovani amici bengalesi che frequenta InsenInverso, Milon, ha inviato sue fotografie che lo ritraggono, come cuoco, al lavoro in una tavola calda alla Magliana. Tra queste anche una sua foto bambino, con il fratello. Già in un incontro precedente aveva raccontato con orgoglio l’importanza di lavorare in Italia e la volontà di imparare bene l’italiano e continuare a studiare.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...